Il 26 giugno a Genova va in scena Game Happens!

Il 26 giugno​ a Genova​, a Villa Durazzo Bombrini​di Cornigliano, si terrà la seconda edizione di G​ame Happens! workshop pensato interamente per professionisti, studenti o semplici appassionati del mondo dei giochi e del game development

GH2015-landscape

Organizzatori dell’evento ­ Federico Fasce, ​Marina Rossi​ (nostra contributor, ndr) e Alessandra Carboni​­ supportati da Genova–Liguria Film Commission e Società per Cornigliano. Il tema ​del nuovo appuntamento con Game Happens! è Beyond The Screen. La giornata dedicata ai giochi porterà infatti i suoi protagonisti oltre lo schermo, per dialogare di realtà virtuale​ e tecnologie wearable​, giochi fisici​, giochi da tavolo ​e molto altro ancora.

Game Happens! vuole essere un’occasione per fare il punto sul futuro dei giochi ​e sullo stato dell’industria ​di settore italiana, ma è anche il luogo in cui vengono raccontate storie di successo internazionali​, così che possano essere d’ispirazione a tutte le realtà dell’industria creativa regionale e nazionale.

OUTERWORLD (9.30 ­ 18.00)

Nel corso della sessione mattutina dedicata all’Outerworld​ avrà luogo la conferenza principale che vedrà protagonisti i seguenti keynote speaker: Adrian Hon​, co­fondatore e CEO della casa londinese di sviluppo indipendente Six to Start, tra le altre cose autore del popolare fitness game per smartphone Zombies, Run!; Michelle Westerlaken​, ​interaction designer olandese, autrice di numerosi studi e ricerche sull’interazione tra animali e ambiente e sviluppatrice di Felino, un gioco per tablet dedicato ai gatti e ai loro umani; Lena Mech​, autrice di giochi urbani nonché curatore e membro del Copenhagen Game Collective e co­fondatrice del collettivo danese Spilværk, dedicato alla creazione di sistemi educativi alternativi basati sul game design; Roberto Dillon​, game designer di Singapore ma genovese di nascita, autore di numerosi testi sul game design e al tempo stesso sviluppatore indipendente e docente di game design presso la James Cook University.

Nell’Outerworld troverà spazio anche una tavola Rotonda (​16.00 ­ 18.00) dedicata alla Realtà Virtuale e alle tecnologie indossabili: si confronteranno sul tema alcuni dei principali attori locali dello sviluppo in questo settore. Moderatore: Federico Fasce.

INNERWORLD (14.00 ­ 20.00)

Nel pomeriggio, il mondo sommerso di Game Happens! Beyond The Screen sarà ricco e interessante, con un percorso ​dedicato allo showcase d​i giochi italiani e stranieri​, nonché a una serie di minitalk ​tenuti dagli stessi autori dei titoli in mostra, ma non solo.

Tra le altre cose, lo showcase offrirà ai partecipanti la possibilità di assistere a sessioni di live 3D painting, provare alcuni giochi controllati tramite EEG headset (​caschetti basati sulla lettura di onde cerebrali), ma anche dilettarsi con l’arte generativa grazie a un’installazione interattiva che sfrutta il Leap Motion​creata espressamente per Game Happens! dall’artista computazionale torinese Catodo.​

L’acquisto dei biglietti​ per partecipare a tutte le sessioni di Outerworld e Innerworld è aperto a tutti, e un prezzo speciale​ è stato riservato agli studenti ​che desiderano essere presenti per l’intera giornata. A quanti invece vorranno dedicarsi solamente agli appuntamenti pomeridiani dell’Innerworld è stato dedicato un Economy Pass, un biglietto ridotto pensato per tutti coloro che non vedono l’ora di toccare con mano le creazioni del mondo dello sviluppo indipendente.

 

Di Sonia Montegiove

Dopo un colpo di fulmine per un IBM PS 1 ha coltivato ininterrottamente la sua passione per l’informatica. Analista programmatrice e docente per lavoro è avida lettrice e giornalista pubblicista per pura passione.

7 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.