#diversieinsieme gara di idee per valorizzare la diversità di genere

AIED (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica) Roma e Cocoon Projects hanno lanciato l’iniziativa #DIVERSIEINSIEME – Voce ai giovani: una gara di idee rivolta ai giovani e finalizzata a valorizzare la diversità di genere.  diversi2427

Fino al 28 maggio sarà possibile caricare sul sito dell’iniziativa le idee (votate on line e da un comitato di esperti) che i giovani tra i 18 e i 35 anni vorranno presentare tramite progetti innovativi, con un impatto concreto sulla realtà, finalizzati a valorizzare la diversità di genere.La graduatoria finale unirà la classifica provvisoria della community online a quella provvisoria del comitato selezionando le proposte arrivate ai primi cinque posti. Questi team parteciperanno ad un pitch contest durante il convegno che si terrà a Roma il 13 giugno 2015 presso il Grand Hotel de la Minerve, alla presenza di esperti, giornalisti e di molti giovani.

Durante il convegno sarà proclamato il vincitore, che riceverà un premio di 10.000 euro, 3.000 euro in denaro da parte dell’AIED e 7.000 euro in servizi di supporto alla definizione e all’avvio del progetto, erogati da Cocoon Projects per i tre mesi che seguiranno l’evento.

#DIVERSIEINSIEME nasce dalla convinzione che essere consapevoli di chi si è e di chi si può essere, al di là degli stereotipi, permette di non aver paura della diversità, ma di apprezzarla e imparare da questa. Uguaglianza non significa omologazione.

Abbiamo chiesto a Luigi Laratta, presidente AIEB Roma, quali sono gli stereotipi da abbattere. “E’ il modo di pensare, di parlare, di agire da parte degli uomini (e – di converso e per alcuni aspetti – anche da parte delle donne) che mirano a far prevalere, specie nella realtà quotidiana, la superiorità o l’inferiorità di un sesso rispetto all’altro, con tutte le discriminazioni ed i pregiudizi che ciò comporta”.

“Ognuno di noi  – ha sottolineato Coccon Projects – è diverso e speciale e dovrebbe avere il diritto di esprimere e condividere la propria unicità in un contesto sociale capace di difendere, sostenere ed integrare anziché annullare l’individualità. Anche in questa edizione l’idea vincitrice inizierà a diventare realtà, un passo concreto nella giusta direzione”.

Di Sonia Montegiove

Dopo un colpo di fulmine per un IBM PS 1 ha coltivato ininterrottamente la sua passione per l’informatica. Analista programmatrice e docente per lavoro è avida lettrice e giornalista pubblicista per pura passione.

10 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.