Come registrare e gestire un dominio

Becoming a Geek: il dominio è mio e me lo gestisco io

Quasi un anno fa mi stufai delle poche possibilità che mi concedeva blogspot per la gestione del mio blog e decisi di acquistare un dominio, corredato di servizi di hosting, installarci wordpress e gestire il mio blog lì.
Fino a 1 anno fa sapevo cosa fosse l’ftp, ma non l’avevo mai usato, sapevo 3 tag di html e due cosine di css. Fino a 1 anno fa ero la persona meno tech geek che si potesse incontrare sulla faccia della terra.
La sola expertise che mi concedeva l’onore di far parte dell’organizzazione delle Girl Geek Dinners era, oltre ad essermi trovata nel posto giusto al momento giusto (ed essere amica della fondatrice, una raccomandata, insomma 😉 ), il fatto che di lavoro facessi (e faccio) la Community Manager.
In un anno, grazie anche al sostegno morale delle altre girl geek, sono riuscita ad abbattere delle barriere che fino a quel momento mi sembravano “roba da tecnici”. Posseggo due domini, che gestisco da sola, sui quali ho installato svariati blog: aggiorno, installo e faccio tutto io 🙂

I’m becoming a geek 🙂

Visto che come me, là fuori si sono tante girl geek alle quali basta poco per risvegliare il loro orgoglio, abbiamo pensato di condividere con voi le basi di alcune technicalities che sembrano così tremende viste da fuori, ma che in realtà non hanno bisogno di chissà quali conoscenze di astrofisica! Anzi, danno una certa soddisfazione 🙂

Lo scopo di questo post è condividere un’esperienza *personale* che però potrebbe tornare utile a moltissime Girl Geek.

10 semplici passi per mettere in piedi il vostro dominio e gestirlo da sole.

Tools:

– 1 carta di credito
– 1 computer
– 1 connessione adsl o fibra a internet, funzionante
– 1 indirizzo mail

1. Perché?

Perché dovreste avere e gestire un vostro dominio? Semplice! Come detto più volte e da più parti, la prima cosa che un datore di lavoro o chiunque fa quando vi conosce è cercarvi, o meglio googolarvi. La sensazione che lasciano i risultati di una ricerca andata a vuoto è poco positiva, ancor peggio se la prima cosa che esce è il vostro account su Facebook. La sensazione che lascia trovare invece qualcosa su di voi, scritto da voi, beh, è impagabile, e vi mette già in buona luce.
Ma perché gestirlo voi? Perché è come andare in bicicletta: sembra tanto difficile, ma poi invece, si impara in poco tempo, ci si rende conto che non era poi così difficile, e che dà delle soddisfazioni impagabili, oltre ad essere qualcosa che non si dimentica.
Perché è qualcosa che avete pensato, creato e realizzato voi, da sole. Perché è il primo passo verso un sano orgoglio geek 🙂

2. Il dominio

Per la scelta di un nome consono e ragionato vi rimando al post sui SEO tips. Quando scelsi il mio primo dominio andai sul semplice: nomecognome.com.
Scelsi il .com per due motivi: meno caro del .it e semplificate procedure di registrazione in 1 click (per la registrazione di un dominio .it bisogna spedire un fax).

3. L’hosting

Nel momento in cui avrete un dominio, vi servirà dello spazio dove mettere tutto. Questo spazio sarà su dei server gestiti da società che si occupano di ospitare i vostri file. La scelta può essere difficile, esistendo moltissime società che offrono questi servizi, ai prezzi più disparati. Scelsi, su consiglio di Lalui, e consiglio vivamente a mia volta, DreamHost, con il quale ho potuto comprare sia il dominio, sia il servizio di hosting per due anni (rinnovabile), pagando con la carta di credito, senza dover spedire alcun fax. Sul mio hosting posso metterci tutti i domini che voglio (finché c’è spazio, ovvio). DreamHost ha dalla sua moltissimi lati positivi, il più importante di tutti, oltre a un web panel dall’interfaccia semplice e intuitiva,  è il costumer service: capiterà che il vostro sito abbia, saltuariamente, dei problemi. Con DreamHost state in una botte di ferro: veloci, gentili, propositivi, ma soprattutto, risolutivi. E poi hanno dalla loro anche una delle newsletter più spassose che abbia mai letto 😉

Ho il dominio, ho l’hosting, e adesso?
Adesso inizia la parte più divertente 🙂

4. Google mail

Appena è tutto attivo vi consiglio di attivare la gestione della mail del vostro dominio con Google: comodo, veloce, come la vostra casella di gmail.

5. Google Sites

Appena è tutto attivo vi consiglio anche di attivare google sites sul vostro dominio, in modo da avere un’infinità di mini tools a vostra disposizione: calendario, docs, sites…

6. Il sito

DreamHost ha nelle sue opzioni i One-Click Install (lo trovate sotto Goodies): con un click installate (e fate l’aggiornamento con 1 click) 13 differenti opzioni per gestire i contenuti del vostro sito, e nel giro 5-10 minuti massimo siete operative. Io mi sono divertita a installare e cancellare più o meno tutti e 13 i diversi sistemi, in diverse directory ;). La scelta migliore è, anche se sembra azzardata, l’Advanced Mode, che vi permetterà aggiornamenti semplificati. Per la gestione immediata di un sito o un blog vi consiglio di installarci WordPress: si può fare praticamente tutto e la scelta dei plugin è infinita. Ma di WordPress e del suo utilizzo ne parleremo più specificatamente in un altro post.

7. La gestione

DreamHost vi fa dei backup automatici di tutto, ma potete anche farli partire manualmente (sempre consigliato in caso di cambiamenti sostanziali). Gli aggiornamenti possono essere fatti con un unico click, che aggiorna tutto ciò che avete installato sul vostro hosting. Praticamente manco vi ricordate che esiste…

8. FTP

Il File Protocol Transfer è colui che vi permetterà di mettere file sul vostro server (oltre che il concetto alla base di internet tutta ;). Come? Scaricate uno degli innumerevoli client gratuiti per la gestione dell’ftp (uso CyberDuck su Mac, ma c’è anche Filezilla per Pc: ambedue sono open source), inserite i dati del vostro server (che DreamHost vi avrà gentilmente inviato) e siete attive. Vi servirà per installare tutto ciò che non può essere installato in one-click: i plugin di WordPress, caricare le vostre foto, una landing page… Qualsiasi cosa… Come funziona? A cartelle e sottocartelle, niente di più semplice! Come il finder o il file manager del vostro computer!

9. I contenuti

Beh, lì è strategia e scelta vostra 🙂 Cosa volete comunicare? Qual’è il vostro obiettivo primario? Cosa volete comunicare al mondo? Noi possiamo solo darvi i soliti consigli: non pubblicate nulla che non possiate far leggere o vedere a vostra mamma, nonna o zia. E non dimenticate, come dice un nostro caro amico: Verba volant, web manent!

10. Bonus tip

Con DreamHost si possono creare dei domini di sottolivello gratuiti: esempio.nomecognome.com. Vi consiglio di crearvene subito uno e di giocherellare lì, e non sul .com o sul blog. Lì giocate, fate e disfate, e quando sarà bello e pronto, lo replicate dove volete.

E voi, quali sono le vostre esperienze, i vostri tool preferiti per gestire i vostri domini?

Disclaimer

Questo post è basato su un’esperienza personale. Nè io nè nessuna della redazione di GGD Life ha ricevuto compensi, sconti o agevolazioni dai marchi citati per aver scritto questo post.

Di Sara Maternini

Natural born blogger, food blogger per vocazione, geek e community manager. Full time knitter.

17 commenti

  1. Io sono partita da delle basi più tecniche (e contando su un sistemista in casa), ma ho fatto e sto facendo lo stesso percorso. E più imparo a farmi le cose da sola più sono contenta.

  2. Come Stered e senza sistemista in casa e provando e riprovando nei ritagli di tempo. Sono delle belle soddisfazioni, ed è anche bello che non si finisce mai: quando si pensa di essere più o meno a posto scatta la molla a voler imparare altro.

  3. Ciao Sara!

    Guarda proprio questa settimana stavo pensando di creare un mio blog personale da nuovo, e questo post è cascato a fagiolo:)

    Ho riso troppo nella parte del “primo passo verso un sano orgoglio geek”, ahah!

    Grazie mille, a presto!

    Sara

  4. Grazie sara!

    Questo post lo devo archiviare:)
    Sai cosa mi sta bloccando (da1anno) ed evitando di poter fare “il primo passo verso..” ?
    la carta credito, non ce l’ho! 😛

    L.

  5. eh, quella, Laura, serve, perché fai tutto online… Però senza ti precludi un mondo di shopping *infinito* dove fai tutto con un click: come puoi resistere??? 😉

  6. Sto valutnado altri servizi di Hosting per il mio umile blog, volevo sapere quanto pagate all’ annno e che cosa offrono i vostri fornitori in termini di database, spazio disco ecc, oppure un link al pacchetto scelto nel sito del vostro provider.
    Grazie per le evenutali informazioni.
    Ernesto

  7. Ciao!sono nuova in questo blog…cercavo qualche informazione su come acquistare e gestire un dominio ed eccomi qui. Sono poco esperta in queste cose e ho un grande dubbio…utilizzo un mac e cercando per esempio in godaddy.com o dreamhost, ho visto che non si menziona mai il sistema operativo Leopard! Mi potete dire se utilizzando Mac potrei avere dei problemi nel gestire un dominio??grazie!

  8. Ciao Sara, anche io ho fatto così 🙂
    Mi incuriosisce però il discorso di gestire la posta con Google mail e anche Google Sites, puoi indicarci qualcosa da leggere per capire meglio come implementarli?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.