7 App per gli insegnanti e le scuole

scuola tablet
Photo taken by Lexie Flickinger.

Basta intraprendere una breve ricerca su iTunes o su PlayStore per apprezzare l’enorme varietà di app per gli insegnanti e le scuole disponibili: in moltissime scuole degli Stati Uniti vengono già utilizzate con soddisfazione da famiglie, studenti e docenti.

scuola tablet
Photo taken by Lexie Flickinger.

Numerose sono le app dedicate al rapporto scuola famiglia, con particolare attenzione alla comunicazione efficace tra i diversi soggetti della scuola e la prevenzione dell’abbandono scolastico. Sono disponibili inoltre app dedicate alla registrazione di voti e al calcolo di medie, veri e propri registri elettronici che anche in Italia si iniziano a guardare con interesse e prendere in considerazione come strumenti di lavoro.

Eccone alcune, di categorie diverse tra loro e relative a diversi aspetti della professionalità dell’insegnante.

  • Too Noisy: simpatica app utilizzabile anche sulla LIM, monitora i livelli di rumore in classe. Una lancetta segna i livelli di rumore in base alla loro intensità. Per sensibilizzare in modo divertente i bambini ed educarli al rispetto dei turni e all’importanza dell’attenzione durante le spiegazioni.

    TooNoisy
    TooNoisy
  • Remind: utilizzata quasi dal 50% delle scuole statunitensi e valutata con un punteggio altissimo su iTunes, ha lo scopo di rendere trasparenti i rapporti tra scuola, famiglie, allievi. L’insegnante che utilizza questa app crea il “profilo classe”, nel quale aggiunge alunni e famiglie per condividere con loro documenti, avvisi, fotografie, registrazioni vocali. Per proteggere la privacy di alunni e famiglie si oscurano i numeri telefonici.
  • TpT (Teachers pay Teachers): una sorta di “mercatino” online in cui gli insegnanti possono mettere in vendita testi e materiali da loro utilizzati e acquistare altri prodotti da altri insegnanti. Per rendere veloce ed efficiente la ricerca dei materiali, essi sono suddivisi in categorie (eserciziari, libri di lettura, giochi…), età dei bambini a cui sono rivolte, materie, prezzi. Come già accade con noti siti di shopping online come Ebay, gli utenti attivi vengono valutati in base all’esperienza di acquisto o vendita che si ha avuto con loro.

    TeacherKit
    TeacherKit
  • TeacherKit: app molto intuitiva e di facile utilizzo, coniuga moltissime funzioni, dalla valutazione degli apprendimenti alla comunicazione con le famiglie. Graficamente piacevole (le classi sono raffigurate come porte e nelle aule è possibile creare la disposizione dei banchi con le fotografie degli alunni che vi siedono), presenta anche una sezione molto curata relativa alla valutazione del comportamento.
  • iDoceo: oltre alle funzioni di registro e strumento di comunicazione delle famiglie di planner giornaliero e settimanale, consente di allegare file a ogni profilo-alunno (verifiche, elaborati, documenti personali…) consente di creare report di valutazioni e statistiche visualizzabili in formato di foglio elettronico o testuale. E’ utilizzabile anche senza connessione a internet.
  • Ted: è un’interessante app che permette di accedere a una raccolta dei più importanti ed ispiranti discorsi di scienziati, professori ed altri importanti studiosi, relativi ad argomenti scientifici, tecnologici, economici, musicali e molto altro. Sono presenti discorsi in varie lingue. Indispensabile per insegnanti che cercano ispirazione e vogliono trasmetterla ai loro alunni!
  • Exam Time: dedicato anche a studenti alle prese con tesine e ricerche, permette di creare e condividere mappe concettuali relative a ogni argomento di studio, quiz e testi interattivi.

Avete già provato queste app? Ci sono altre app che utilizzate e che vi aiutano nel vostro lavoro? Genitori, quali funzionalità vorreste trovare in un’app dedicata al mondo della scuola?

Fateci sapere e condividete le vostre esperienze!

Di Alessia Laura Bertinetto

Cresciuta a pane, Amiga, PC e ogni console di videogame che usciva sul mercato (beh, non proprio tutte). Molti anni fa approda nella scuola primaria come insegnante solo per scoprire una grande verità: in realtà... gli insegnanti sono i bambini.

26 commenti

  1. Perdonatemi ma un pò mi vien da ridere. Vedere che si parla di app scolastiche, quando poi le scuole rifilano CD con programmi vetusti che girano solo su un sistema operativo (non più supportato tra l’altro). Oggi un mio collega mi ha chiesto se avevo un vecchio pc con Winz. xp perchè lui usa Apple e un winz 7 (figuriamoci io con linux avrò i figli emarginati 🙂 ). Troppo difficile usare software che sia accessibile a tutti? Queste App sono certamente interessanti, penso che la cosa importante sia renderle utilizzabili a tutti.

    1. Riflessione interessante! Hai ragione, infatti qui si parla di app che sono utilizzate per il momento quasi esclusivamente in scuole non italiane. Sono molto semplici da utilizzare, ma ancora dobbiamo farne di strada 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.